VERSO LA RIFORMA DEL SOVRAINDEBITAMENTO ESDEBITAZIONE ANCHE A COSTO ZERO

Sono trascorsi pochissimi anni dall’entrata a regime della legge n. 3 del 2012 che ha introdotto anche in Italia le procedure per far fronte a situazioni debitorie non più affrontabili da consumatori professionisti imprenditori e aziende agricole. Le procedure che si posso attivare, presso il Tribunale del circondario della propria residenza o sede legale, con l’ausilio di un Organismo di Composizione delle Crisi da sovra indebitamento –OCC, presente in loco sono: 1) la proposta di accordo con i creditori (riservata a professionisti, artigiani, imprese commerciali ed agricole, start up innovative); 2) il piano del consumatore, riservata ai debiti contratti dal consumatore e 3) la procedura di liquidazione di tutto il patrimonio, prontamente liquidabile (attivabile da tutti i debitori).

Nel 2017 ci sono stati oltre 3000 procedure conclusosi con provvedimenti positivi!
Queste procedure sono state inserite anche nel CODICE DELLA CRISI E DELL'INSOLVENZA attuativo della L. 155 del 2017, la cui elaborazione è quasi giunta a termine.
Tra le novità importanti, e ancor più risolutive della situazione di grave crisi economica che ha attanagliato il Paese nell’ultimo decennio, ci sarà la possibilità per il debitore, meritevole, ma che non può offrire alcuna utilità ai propri creditori, di cancellare i propri debiti (cd. Esdebitazione).
Il debitore avrà però l’obbligo, per i successivi quattro anni, di versare ai propri creditori eventuali rilevanti utilità che gli consentano di soddisfare almeno il 10% del credito.

 

News dello studio

giu21

21/06/2020

ADUSBEF piange la prematura scomparsa di Grazia Angelucci

ADUSBEF piange la prematura scomparsa di Grazia Angelucci

Il presidente, il comitato direttivo e tutta Adusbef, piange la prematura scomparsa di Grazia Angelucci, componente della direzione, valente avvocato del foro di Bologna nella tutela dei diritti dei

dic14

14/12/2017

In ipotesi di cessione di ramo d’azienda ed in presenza di debiti tributari

Massima: in ipotesi di cessione di ramo d’azienda ed in presenza di debiti tributari del cedente per i quali lo stesso, ex art. 14 dlgs 472/97, è tenuto in solido con il cessionario, la

dic7

07/12/2017

Sovraindebitamento

La legge n. 3 del 2012 ha introdotto anche in Italia possibili soluzioni a situazioni di evidente e perdurante squilibrio economico, in cui possono trovarsi soggetti ed imprese, non assoggettabili